Canale Sos Volterra

Loading...

lunedì 28 febbraio 2011

E’ iniziato il Corso di Archeologia 2011

Mercoledì 26 gennaio 2011 alle ore 18 in Torre Toscano a Volterra il Dott. Alessandro Furiesi, Direttore della Pinacoteca Civica, ha tenuto la prima delle tre lezioni preliminari del Corso di Archeologia 2011. Brevi, come si addice ad un Corso scientifico, sono stati gli interventi introduttivi del Presidente della Associazione Culturale SOS Volterra Alberto Chiodi e dell’Assessore alla Cultura e Istruzione del Comune di Volterra, Prof.ssa Lilia Silvi. L’uno ha presentato l’Associazione ricordando i numerosi interventi di manutenzione eseguiti in città dal 2008, anno della sua costituzione, nonché le mostre e visite guidate effettuate ricordando anche la cessione in comodato alla Biblioteca Comunale di una importante collezione di audiovisivi storici sulla nostra città; l’altra la partecipazione del suo assessorato all’organizzazione di questo Corso anticipando l’impegno nella realizzazione di un Convegno sui Beni Culturali di Volterra da tenersi nel mese di settembre prossimo. Il Dott. Furiesi ha potuto poi portare a termine la sua prima lezione davanti a quarantotto appassionati provenienti anche dai Comuni vicini: un numero di partecipanti questo che difficilmente si era verificato a Volterra per manifestazioni simili. Quella di questa sera, insieme alle prossime due lezioni di mercoledì 02/02 e 16/02 ha avuto come oggetto l’analisi delle varie branche e specializzazioni dell’Archeologia moderna che a differenza di quella classica utilizza metodi di indagine deduttivi che utilizzando le moderne tecnologie sono meno invasivi sia per il territorio che per i reperti. Gli organizzatori del Corso, L’Assessorato alla Cultura e l’Associazione Culturale SOS Volterra, sono soddisfatti della dimostrazione di interesse ottenuta da questa iniziativa che serve da stimolo a proseguire sulla strada della sensibilizzazione dei cittadini su tematiche così importanti per una città d' arte come Volterra.

Associazione Culturale SOS Volterra
Gruppo Archeologico Velathri

domenica 27 febbraio 2011

Maquillage a Fontanella

La Provincia di Pisa, il Comune di Volterra, l’Associazione Culturale S.O.S. Volterra, in una mattinata di lavoro hanno ridato vita alla Fonte di Fontanella. Dopo la pulizia della parte alta del muro sovrastante la fonte, eseguita dalla Cassa di Risparmio di Volterra, la vasca è stata ripulita dalla abbondante vegetazione e con l’utilizzo di un martello pneumatico si è provveduto a togliere il “tappo” di calcare che ostruiva da decenni la fuoriuscita dell’acqua sorgiva che ora può sgorgare nel caratteristico getto. La Fonte, così come si conosce oggi, esisteva già nel XV secolo, tanto che al Consiglio Comunale del 17 Marzo 1457 fu richiesto di “stanziare lire cinquanta per finire l’abbeveratoio sulla strada che si va alle marittime presso la Concia nel luogo detto alla Fontanella per completare o aggiungere detto abbeveratoio”. Il “die primo mensis Aprilis 1457 Gentile di Giovanni di Giusto Guidi consultò sopra la proposta del rifacimento dell’abbeveratoio di Fontanella di procedere a tale rifacimento anche se sono stati trovati 12 lupini bianchi di voto contrario…. fu accettata la richiesta delle lire cinquanta nonostante il reperimento di 7 lupini bianchi contrari”. Come si vede oggi l’abbeveratoio risale a quasi seicento anni fa: sulla salaiola diretta a Volterra esso era l’ultima sosta e refrigerio, dopo la estenuante rampa del Pallesse, per i muli e i loro accompagnatori che trasportavano il sale in città e verso i mercati del Fiorentino e del Senese. Il tocco finale lo darà La Cassa di Risparmio di Volterra, sempre sensibile, che provvederà alla illuminazione della Fonte restituendo così il giusto decoro ad una delle principali strade di accesso alla nostra città.

Associazione Culturale S.O.S. Volterra
Gruppo Archeologico Velathri