Canale Sos Volterra

Loading...

martedì 21 giugno 2011

NO alla discarica di Riotorto !

Foto della Manifestazione di domenica 19 giugno 2011
a Riotorto (Villamagna): SOS VOLTERRA era presente
per scongiurare l'ennesimo oltraggio al nostro territorio.


venerdì 17 giugno 2011

La nuova SR 68 si farà !!!

"La SRT 68 tra Saline di Volterra e Colle di Val d’Elsa sarà messa in sicurezza." A comunicarlo, il Sindaco di Volterra Marco Buselli e l’Assessore alle Infrastrutture Paolo Moschi, dopo la firma dell’intesa Stato-Regione Toscana sulle infrastrutture, avvenuta il 16 giugno a Roma, nella quale l’adeguamento della SRT 68 è stato inserito come "raccordo tra l’itinerario E80, l’itinerario E78 e le autostrade del mare". "Un risultato importantissimo, destinato a dare una svolta alla città, e che premia la mobilitazione messa in campo in questi due anni di amministrazione" fa sapere il Sindaco Buselli, che prosegue: "perquesto siamo grati al Ministro Matteoli, il quale, da profondo conoscitore della Toscana, ha saputo evidenziare l’importanza dell’unica arteria di collegamento tra costa e Autopalio." Per l’Assessore alle Infrastrutture Moschi "Adesso il futuro sviluppo di Valdicecina e di Valdelsa dipenderanno anche dai tempi di attuazione di questi urgenti lavori, che sono destinati ad attivare un importante rete, strategica per le imprese e per il turismo". Il Ministro era venuto a Volterra il 14 dicembre del 2009, al Convegno sulla Viabilità del Volterrano, promettendo impegno sulla SR 68. Su questa arteria sono stati redatti nei decenni passati ben 3 progetti da parte della Cassa di Risparmio di Volterra, ma poi, per vicissitudini varie, i lavori non erano mai partiti. Oggi qualcosa di più di una speranza nuova è apparsa all’orizzonte volterrano. Una notizia destinata a risollevare l’economia di Volterra e dell’intera Val di Cecina. "Il futuro di Volterra riparte di qui" fanno sapere Buselli e Moschi, "consapevoli che una pagina di storia è stata scritta, nel libro della Toscana centrale".

Nella foto:
La Manifestazione "Volterra-Colle a 30 all'ora"
organizzata da SOS VOLTERRA
insieme alla Raccolta Firme per l'ammodernamento della SR 68

COSTITUZIONE DEL COMITATO TOSCANO PER IL DIRITTO ALLA SALUTE NELLE VALLATE DISAGIATE E MONTANE


COSTITUZIONE DEL COMITATO TOSCANO
PER IL DIRITTO ALLA SALUTE
NELLE VALLATE DISAGIATE E MONTANE

Mercoledì 15 Giugno alle ore 16 si è tenuto a Pistoia il primo esecutivo per la Costituzione del:

Comitato Toscano Per Il Diritto Alla Salute Nelle Zone Disagiate e Montane.

Tale iniziativa era stata formulata in una precedente riunione avvenuta a Pontremoli il giorno 8 Aprile in occasione della prima assemblea organizzata; dall' allora nascente Comitato di Pontremoli; diventato strada facendo Comitato della Lunigiana e il Comitato Csm Casentinese per la tutela della salute in montagna.

In quella sede, davanti a numerosi cittadini affluiti da Pontremoli Fivizzano e dalle frazioni limitrofe, per protestare contro la chiusura improvvisa e inaspettata del Punto Nascita di Pontremoli da parte della A.S.L. Di Massa e Carrara, con la presenza straordinaria del Sindaco di Volterra nacque l'idea di creare un comitato Toscano per le zone disagiate e Montane.

L'idea era di creare un Comitato super partes che facesse da trait d'union tra La Regione Toscana, Le A.S.L. Le Istituzioni Pubbliche, i Partiti e la gente comune.

All'origine della a nascita di questo organismo ma più in generale di questi organismi, i vari comitati, ci sono sempre le ingiustizie.

Tagli drastici di servizi: in questo caso servizi sanitari, o chiusure di Presidi Ospedalieri che vanno a cadere e a penalizzare sempre le zone più deboli, abitate da popolazioni già fortemente a disagio per la precarietà derivante dal vivere in zone montane o disagiate e spesso poco accessibili per comunicazioni, servizi e viabilità.

Con l'approvazione all'unanimità dello statuto è stato costituito di fatto Il Comitato Toscano Per Il Diritto Alla Salute Nelle Zone Disagiate e Montane.

L 'approvazione dello statuto è stata siglata dai vari rappresentanti dei comitati presenti tra cui: Renato Nassini e Valerio Bobini per il Comitato csm Casentinese, Alberto Chiodi e Renzo Provvedi dell’associazione SOS Volterra, e le Signore Anna Petri e Lorella Beronelli per il Comitato della Lunigiana.

Erano presenti per la precisione altre persone che rappresentavano la zona di Pistoia anche se ancora non hanno un comitato ma sono interessate a crearlo e a far parte dell'esecutivo del Comitato Toscano che di fatto è nato a Pistoia.

Il Comitato Toscano nei prossimi mesi si darà un' organizzazione ed una struttura per rappresentare al meglio il diritto alla salute di tutti i cittadini su menzionati e per allargare anche ad altre zone la rappresentanza interna al Comitato Stesso.

L'obiettivo primario sarà quello di mettere il Cittadino al centro della Sanità.


Comitato Toscano per Il diritto alla Salute nelle Vallate Disagiate e Montane


domenica 5 giugno 2011

SOS FA TRIS..

Sabato 28 è stato impegnativo per la nostra associazione, ma, come si dice, alla fine della giornata eravamo tutti stanchi ma molto soddisfatti.
Dopo aver partecipato alle ore 12.00 alla manifestazione contro la chiusura del punto nascita, ci siamo ritrovati alle 15.00 in via di sotto. Tre sono stati i nostri obiettivi e con un pizzico di orgoglio possiamo dire di averli portati a termine tutti.
Due di noi hanno pulito e abbellito la fontanina situata nella rampa di via di sotto. E’ stato tolto il sudicio tutt’intorno al muro dov’è la fontana, riverniciato il riquadro dove si trova il rubinetto e posizionati un vaso da fiori ed una foto di Docciola.
Tre di noi si sono dedicati a Docciola tagliando l’erba ormai di nuovo alta, spazzando la scalinata e intervenendo seppur minimamente anche sull’altra scalinata (quella che porta a S. Agostino), togliendo parte dell’erba.
Dopo un paio d’ore di lavoro ci siamo ritrovati tutti insieme e siamo andati alla pista ripulendo dal sudicio e tagliando l’erba della zona dove si trovano i giochi per i bimbi.
L’associazione ringrazia fin da ora tutti quelli che contribuiranno al decoro delle zone ripulite.

SOS Volterra


La fonte prima e dopo l'intervento