Canale Sos Volterra

Loading...

venerdì 25 gennaio 2013

VIVA VOLTERRA


Non ho come abitudine di entrare in polemiche fini a se stesse. La polemica può essere produttiva se ha un fine cioè cerca di migliorare qualcosa che non va. Quando è distruttiva non ha veramente senso. Fin dai tempi della sua fondazione e non c’era Buselli come sindaco, SOS Volterra ha sempre denunciato i degradi con articoli e foto ma ha anche operato attivamente per la Città, e qui mi preme ricordare le nostre pulizie a Mandringa, alla stazione di Saline, al campino di calcio di Villamagna, oltre all’organizzazione di eventi come la prima mostra sul treno visitata da oltre mille persone. Il motto è sempre stato criticare ma per fare: chi si trincera dietro vuote e stantie polemiche volte solo a denigrare il prossimo senza un minimo costrutto ha veramente una visione miope di quella che è la realtà volterrana. E’ ormai da diverso tempo che siamo tirati in ballo (dai soliti noti) e messi sotto cattiva luce per i contributi datici dal comune. Da evidenziare è che assai di rado vengono sottolineate le attività portate avanti da SOS . Poco importa se Docciola da qualche tempo non è più la stessa e se a questo risultato hanno contribuito, assieme alla nostra associazione, le scuole, il comune, la contrada di S.Agnolo. Poco importa se Mandringa, grazie anche al contributo della contrada di S.Giusto, è oggi irriconoscibile al punto che quest’anno vi abbiamo potuto allestire anche un addobbo natalizio. Poco importa il successo di due corsi di archeologia, seguiti in totale da oltre settanta persone, alcune delle quali provenienti da lontano, grazie alla preziosa sponsorizzazione della Coop che ha apprezzato la nostra iniziativa al punto da voler contribuire finanziariamente anche al corso di etruscologia che partirà a breve. Poco importa se oggi la nostra biblioteca ha una sezione di videoteca. Senza dimenticare il recupero delle tombe etrusche Inghirami e di San Giusto, che trovammo ridotte ad immondezzai e riportammo a lucido, esponendo i reperti ivi rinvenuti in una mostra dedicata e rendendole visitabili in occasione delle giornate europee del patrimonio, da noi organizzate, a decine di appassionati. Ricordo poi altre “operazioni” da noi portate a termine come la pulizia dai rifiuti (lattine, cartacce e altro materiale) del teatro romano, l’organizzazione di una mostra paleontologica etc etc.
Abbiamo però un “difettuccio” che, da alcuni, non ci viene perdonato: l’Associazione SOS Volterra è stata fondata dal sindaco ed alcuni di noi sono suoi amici -personalmente ne sono orgoglioso-. Un’altra pecca sembra essere quella di condividere gli obiettivi di questa Amministrazione. Siamo con l’Amministrazione quando difendiamo l’ospedale e contribuiamo a creare un’associazione in sua difesa. Qualcuno ancora non ha capito che grazie anche ad SOS, all’associazione “difendiamo l’ospedale” e soprattutto alle oltre mille persone che hanno partecipato alla manifestazione in difesa del nostro nosocomio oggi abbiamo una delibera di giunta regionale dove si parla di OSPEDALE a Volterra, in un momento in cui gli ospedali intorno al nostro sono come suol dirsi “sulle ruote”. Per di più la nostra ortopedia è diventata centro di riferimento regionale per la patologia vertebrale! Certamente la battaglia non è finita, Volterra in questo settore ha perso servizi come l’ostetricia, la pediatria e altro che andranno recuperati, ma le basi per continuare a lottare ci sono proprio perché c’è sempre un ospedale! Siamo ancora più amici del sindaco, anzi in questo caso dell’assessore Moschi quando sottolineiamo l’importanza di un accordo stato regione con lo stanziamento di 40 milioni di euro per la SR68 da Saline a Colle. Forse un pezzettino di quei soldi li ha messi anche SOS, insieme agli oltre 6000 cittadini di Volterra, Colle, Poggibonsi etc che hanno firmato per l’ammodernamento di questa mulattiera! Siamo con lui quando si parla finalmente di zona industriale a Saline, dell’Università di Detroit a Volterra (ripeto, UNIVERSITA’ A VOLTERRA….). E poi siamo così ricchi e amici del Sindaco che non abbiamo nemmeno una sede e, cosa ancora più urgente, un magazzino dove sistemare i nostri materiali, vagabondiamo in qua e in là stipando cose a destra e a sinistra, ringraziando di volta in volta chi ci ospita. Ma siccome siamo amici del sindaco “dagli all’untore”… Entrando nello specifico dei contributi, per chiarezza e precisione, nel 2012 abbiamo ottenuto 3000 euro, che erano stati deliberati nel 2011, per progetti specifici in seguito alla presentazione di modulo di richiesta, così come fanno tutte le altre associazioni. Gli altri 1000 euro di cui si parla nei vari articoli sono stati deliberati come contributo per il 2012 e ci saranno dati nel 2013. Pubblichiamo ogni anno su questo giornale e nella nostra bacheca il resoconto delle nostre attività. Riguardo ai 3000 euro prima citati avevamo in primis pensato all’organizzazione di un convegno sugli etruschi, poi, accertatane la difficoltà oggettiva dato che i costi sarebbero stati stratosferici, da mesi stiamo lavorando per finanziare il restauro del monumento dei caduti in piazza XX Settembre, in collaborazione con l’assessore Silvi che sta cercando insieme a noi di portare avanti il progetto. Grazie alla volontà di far polemica su tutto e su tutti siamo così costretti a svelare questa progetto che invece volevamo tenere nascosto e che impegnerà 2000 dei 3000 euro assegnateci. Abbiamo previsto la spesa di altri 150 euro per dei giochini per bimbi, in accordo con l’associazione Volterra Infanzia già attiva in questo campo. Infine abbiamo intenzione di comprare una pompa, del costo di circa 400 euro,  per annaffiare le aiuole a verde di Docciola (l’area verde adottata da SOS)  per mantenerla bella anche in periodi di siccità. Potete quindi fare i conti di quanto resta del finanziamento di 3000 euro. Ovviamente anche per i 1000 euro che ci verranno erogati in tutto il 2013 ci sono già dei progetti che vedranno impegnati questi contributi.
Mi sia consentito poi di constatare molto amaramente che da quando Marco è Sindaco qualcuno sta cercando di creare un clima incandescente, che rende difficile ogni tipo di progetto per Volterra.
Infatti siamo spesso oggetto di critiche strumentali di chi non ha argomenti, se non quello di "vomitare" discredito senza però motivarlo.... Il tempo sprecato a difenderci o a scrivere lettere come questa potrebbe essere utilizzato sicuramente meglio.  Chi ci ha portato in questo clima probabilmente ha come unico obiettivo, quello di metter in difficoltà la giunta Buselli,  spezzando il capello in 4 pur di trovare l’errore, lo scoop, la “flagranza di reato”… effettivamente alcuni personaggi hanno molto tempo da perdere… beati loro.
Concludo questa lunga lettera, scusandomi per la prolissità verso chi avrà avuto la pazienza di leggermi, con un po’ di pubblicità verso il prossimo evento che SOS attraverso il suo gruppo archeologico sta organizzando, un corso di etruscologia dove verranno delineate importanti novità storiche sulla nostra città. Chissà come i “nostri” corvi ci daranno addosso anche su questo? Sono proprio curioso…


Alberto Chiodi