Canale Sos Volterra

Loading...

domenica 24 novembre 2013

Tutti i giorni ce ne è una


Questa nostra sanità volterrana, potenziata,  riorganizzata e riconvertita ci  presenta sempre più spesso il suo vero volto. Ore 20.10 una bimba con vomito viene portata al pronto soccorso. Il medico la visita e naturalmente, visto che non è presente il pediatra, dice ai genitori che sarebbe meglio la vedesse uno specialista; non esistendo più né una pediatria né un pediatra reperibile in tutta la zona nei notturni, festivi e prefestivi, i genitori prendono la macchina e  la portano al pronto soccorso a Pontedera.  Le viene fatto semplicemente un esame del sangue e un eco addome. Fortunatamente la bimba ha solo una forma di gastroenterite comunissima e può essere ricondotta a casa alle 01,20. Viaggio, costi e rischi inutili. 
Sabato mattina ore 04.00 a una signora volterrana  iniziano le doglie. Gran trambusto e alle 04.45 parte in auto alla volta di pontedera (scritto volutamente minuscolo nella mail che ci è arrivata sottoscritta ). I dolori aumentano di intensità su una strada che tutti quanti noi conosciamo: curve, buche, avvallamenti, frane che da mesi sono lì e dove non vedi mai nessuno a lavorarci e dulcis in fondo due semafori che immancabilmente proprio quando hai più urgenza trovi ROSSI ( sarà un caso?). Intanto la giovane signora urla dal dolore e si contorce scomodamente in macchina. Mamma e marito alla guida fanno quello che possono: si preoccupano. “Credetemi ho maledetto rossi, damone e tutti i nostri politici che hanno creato questa assurda situazione accettando passivamente tutto ciò che la Regione, Provincia, partito o qualunque altro ente dettasse, contro il bene dei cittadini. Meno male che è andato tutto bene, ma se fosse capitato qualcosa di brutto in quel tratto di strada maledetta chi avrei ringraziato dopo?” Ogni commento è superfluo.
Ci vogliono abituare a fare a meno di servizi fondamentali e ci stanno privando della possibilità di poter vivere nei posti dove siamo nati. Non possiamo subire passivamente queste ingiustizie. 
Sabato 7 dicembre vieni a dire la tua alla grande manifestazione che si terrà dalle 14.30 a Firenze a partire da Piazza Indipendenza (vicino alla Stazione Santa Maria Novella), vieni a gridare il tuo sdegno per questa assurda realtà a cui ci hanno condannato. Unisciti al nostro corteo che si ritroverà a Volterra in Piazza della stazione alle ore 10.00. E’ possibile prenotarsi per i pullman che stiamo organizzando presso la Tabaccheria Ghionzoli, in piazza XX Settembre, e la cartoleria Lo Scarabocchio, via Matteotti 54.
Fallo per te, per i tuoi familiari, per i tuoi sacrosanti diritti… per la tua Città
Ti aspettiamo

                                                                                                                 



SOS Volterra